Via Sorio 30, 37039 Marcemigo di Tregnago (VR)

La Villa

La storia di villa de winckels

Immersa in una verde oasi di silenzio, in un giardino di alberi secolari nella splendida Valle D’Illasi, tra la Valpolicella e la Lessinia, Villa De Winckels è testamento di una storia lunga quasi un millennio e dell’impegno della famiglia Merzari, che ne preserva tutt’oggi il valore.

Costruita tra il 1100 e il 1300, Villa De Winckels è il risultato sapiente di numerosi interventi di ampliamento e ristrutturazione, con totale attenzione alla salvaguardia della sua storicità.

Nel 1300 la Villa viene annessa al complesso del Monastero di San Giorgio in Braida, comprensivo di una seconda corte a Sud e di una collina boscosa, chiamata Castelletto per i resti di un’antica postazione di vedetta medievale di cui è tuttora presente la Torretta, che oggi ospita la camera più affascinante della dimora d’epoca.

hotel

Fortilizio medievale prima e monastero poi, la Villa diviene dimora del generale asburgico De Winckels, che ne promuove il restauro; nel Novecento l’architetto Guido Pigozzi attua degli interventi di rinforzo strutturale, riuscendo a conservare la storicità dell’edificio.

Dal 1990 Villa De Winckels, a rischio di essere abbandonata, viene recuperata dai fratelli Merzari – Ottavio, Massimo e Roberto – che, con passione e dedizione, la riportano all’antico splendore e ne inaugurano l’attività nel 1992.

Villa De Winckels è stata inserita nell’elenco delle Ville Venete dall’Istituto Regionale preposto alla loro tutela, e ha ottenuto la Corona d’Argento dalla Commissione di Certificazione di Residenze d’Epoca, dopo aver superato 25 Controlli di Qualità annuali che ne assicurano la massima rilevanza storica, artistica e culturale.

suite torretta